English Breakfast, egg'o a colazione.

OED | Officine EGG'O Design

Tuesday, 7 April 2015 14:16

tag: milan | oed | officineggodesign | via voghera

Tra le mani, una tazza di caffè bollente. La schiuma candida in superficie lascia intravedere il suo colore marrone scuro. Se non fosse per quella sottile patina beige, quasi rosa, il caffe sarebbe completamente piatto, senza profondità alcuna, un blocco di colore, marrone scuro. Non aggiungo nulla, né zucchero di canna né latte, mescolo con una bacchetta di legno e avvicino le narici per sentire l’odore: il profumo di legname, di terra, di bruciato, di qualcosa di presente. Il bicchiere, di cartone spesso per il take away, è decorato con foglie di eucalipto. Il liquido è ancora troppo caldo. Allungo il braccio e faccio per posarlo su un tavolino davanti a me in attesa che si raffreddi; una sensazione strana. Sono a casa. Non sento alcun timore che qualcuno possa interrompere questo momento, non sento di dover mostrare interesse per cose che non m’interessano, non sento, non sento rumore. Mi sento in un posto dove apparentemente non accade nulla se non un’autentica quotidianità. Penso di essere capitata in un posto dove si crea, dicono di essere un’officina, e anche se non capisco cosa, lo percepisco. Resto in un angolo e osservo quello che vedo, vorrei vedere, o che è pura e semplice ispirazione.

Debug

You-uhh!!!

There were no errors!